Dal raggiungimento di questi obiettivi dipende quello di qualsiasi politica pensionistica e di promozione della salute, ma anche quello economico dell’impresa.

La concorrenza si farà dunque più intensa non solo riguardo alla ricerca dei talenti “giovani" ma anche quella riguardante “la vecchia guardia” ricca d’esperienza. La media dell’età delle persone impiegate nelle imprese sarà tendenzialmente più alta; contemporaneamente acquistano sempre più importanza, in connessione con Basilea II, temi come “Capitale umano” e “Forza innovativa”, per l’aggiudicazione di crediti futuri. Una delle domande decisive riguarderà il modo in cui un’impresa riuscirà a ottenere il giusto ed ottimale “mix” di età, e mantenerlo. ²

Il gruppo di età 50Plus è caratterizzato al contempo da molti vantaggi e svantaggi che possono incontrare accettazione o meno.

È necessario plasmare vantaggi come l’esperienza, il potenziale lavorativo, il comportamento leale, l’assenza di falsa ambizione, insieme ai supposti svantaggi, in un interessante ed efficace portafoglio globale di collaboratori; considerare ad es. la disponibilità ad aggiornare le proprie conoscenze, la flessibilità e la mobilità qualità implicite ed il pagamento indipendentemente dall’età e settore di appartenenza.